Sapevo che durante il mio viaggio mi sarei innamorato. Un colpo di fulmine forte, di quelli per cui per si stravolgono tutti i piani.
Tutto inizia col nostro arrivo a Lobitos: una scuola intensiva di surf, disegnata per il ciclo del dollaro di Sergio Leone sulla costa nord del Peru. Le case sono di legno, un piano, un nucleo famigliare ed un piccolo patio all’entrata. Tutte separate da giardinetti di piante grasse ben curate. L’unico ristorante del paese ha le porte da saloon, i cavalli non ci sono peró l’aria é secca ed il cielo senza nubi come nei film western.
Mentre stringo la mano di Nacho, il proprietario dell’omonimo ostello, la noto. Da buon padre di famiglia e surfer di lunga data ci sprona ad approfittare del buon swell di oggi e della mancanza di vento. Ma io non riesco a toglierle gli occhi di dosso. Il bianco le dona molto e sono convinto mi stia guardando.
Mi siedo per riavvitare le quattro chiglie della mia tavola. Una operazione che posso fare ad occhi chiusi e guardando altrove. La squadro per bene. Un gruppo di ragazzi brasiliani si gode gli ultimi minuti di batteria del computer guardando un video di surf. La luce é saltata da un pezzo, un rivolo d’acqua si sta formando dal frigorifero dei gelati mentre i ventilatori riprendono fiato dopo tanto lavoro. Tomas e Martin, due ragazzi svizzeri che sono qui da quasi un mese ci accompagnano a Piscina uno spot a venti minuti di cammino sulla spiaggia, all’estremo nord del villaggio. Mentre ci allontaniamo dall’ostello non resisto alla tentazione di girarmi e guardarle il posteriore. Messico, regione di Jalisco.
Nel tragitto all’oceano la mia mente é altrove. Mi immaginano con lei, raggiungere Panama in barca, guardare due continenti scorrerci ai lati. Dormire sulla spiaggia in Costa Rica ed andare a surfare all’alba senza fare colazione. I nostri nuovi amici del cantone tedesco devono pensare che sono molto concentrato o scontroso.
Passiamo un lungo molo di legno ed aspettiamo che l’oceano si ritiri per scalare una fila di scogli neri. All’altro lato due locali in maglietta di cotone attendono che la piscina si riempia per saltare in acqua. Le onde sono disegnate alla perfezione, l’acqua tiepida comparata con il sud del paese. Rimarrei a Lobitos per un mese e verrei a lezione di onde due volte al giorno. Se non fosse per lei. Come un ragazzino delle elementari ho bisogno di vomitare i miei sentimenti. Sulla via del ritorno mi confido con Tom. Dopo averci condiviso il Pacifico ho la confidenza necessaria.
“White Jeep..Mexican plate..Love”.
Alla risposta di Thomas mi sento in una commedia romantica di Meg Ryan.
“Quella é la mia Jeep, ed é in vendita”
Nella risalita dalla spiaggia all’ostello Tom mi aggiorna sul suo viaggio dal Messico, dove ha comprato la sua jeep. La Ford Bronco dimostra, almeno ai miei occhi, la metá dei suoi 19 anni. Il viaggio di Tom sta per terminare e deve liberarsi del suo mezzo.
Ha tutta la mia attenzione.
Il suo registro cambia continuamente: prima venditore d’auto, poi padre premuroso preoccupato che sua figlia non esca col primo che capita. Nel giro di venti scalini di legno Tom suona come un fidanzato costretto a partire al fronte. Sa che la sua ragazza terminerá a letto con un altro e si interroga se sia meglio con un amico o con un perfetto sconosciuto. Preleverei ora i $4.000 necessari per il suo riscatto. Se solo ci fosse un cajero in questo villaggio.
Durante una notte quasi insonne decidiamo di continuare il nostro viaggio panamericano in bus. 30 gradi di temperatura, le farfalle nello stomaco e le zanzare nelle moschiere ci accompagnano per tutta la notte.
Prima della surfata mattutina abbasso lo sguardo per evitare di incrociare i suoi fanali. Scambio il contatto con Tom, ma spero che non mi chiami perché finirei per ricordarmi di lei.
Dal finestrino del pullman scorrono gli ultimi fotogrammi di Lobitos e la veritá é che dopo due settimane men&surf only stiamo iniziando a svalvolare.
Ma come nei film Disney viene il lieto fine. Tra meno di due ore saremo a Mancora, regione di Piura, una delle localitá balneari piú famose del continente. Onde perfette e feste in spiaggia fino al mattino.
Ho un cuore spezzato da ricucire.

La Ford ha un nuovo proprietario: un surfista peruviano con cui é, almeno per ora, felice.
The End

20130213-171239.jpg